Il mancato versamento del contributo di mantenimento alla figlia minore da parte del padre giustifica anche l’affidamento super esclusivo

  • Avvocato, il padre di mia figlia non paga da anni il mantenimento. Posso chiedere l’affidamento esclusivo e querelarlo per qualche reato?
  • La risposta è sì e vediamo come si è espresso il Tribunale di Modena con questa prima decisione del 2024.

 

IL MANCATO VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO ALLA FIGLIA MINORE DA PARTE DEL PADRE GIUSTIFICA ANCHE L’AFFIDAMENTO SUPER ESCLUSIVO

Un altro successo dello Studio Legale Missiaggia & Partners che ha ottenuto da parte del Tribunale Civile di Modena un provvedimento ex art. 473 bis n. 15 c.p.c. di affidamento super esclusivo alla madre a fronte del mancato pagamento da parte del padre del contributo economico che era stato previsto nell’ambito di un procedimento di affidamento relativo ad una coppia non coniugata.

Nel caso concreto a fronte di un decreto, che aveva stabilito l’affidamento condiviso e la previsione di un contributo economico per la figlioletta da parte del padre, quest’ultimo decideva arbitrariamente di non adempiere, versando quanto dovuto solamente in maniera sporadica e per questo assolutamente insufficiente per i bisogni della figlia.

Il Tribunale di Modena, accogliendo le richieste del nostro Studio, ha ritenuto che la mancata contribuzione economica possa essere considerata di per sé sola condotta altamente sintomatica dell’inidoneità del padre ad affrontare le maggiori responsabilità che l’affido condiviso comporta e, modificando il precedente provvedimento, ha affidato la figlia minore in via super esclusiva alla madre.

Come è noto, l’affido “super esclusivo”, a differenza del solo “affido esclusivo”, estromette totalmente il genitore non reputato idoneo anche dalle scelte di maggior interesse del minore quali, ad esempio, quelle relative all’istruzione, alla salute e alla residenza, lasciando al genitore affidatario la libertà di decisione senza previo concerto con l’altro.

Il genitore non reputato idoneo dovrà pertanto limitarsi ad una supervisione delle scelte dell’altro e sarà comunque tenuto alla contribuzione economica anche di queste spese straordinarie nella misura stabilita dal giudice, oltre che all’assegno ordinario.

Come già evidenziato in un nostro precedente articolo Affidamento esclusivo Chi non versa il mantenimento perde la custodia (studiodonne.it) l’inadempimento del dovere di contribuzione è stato già definito dalla giurisprudenza di merito come violenza economica, strumento di ritorsione volto esclusivamente a mettere in difficoltà l’ex partner (di solito la madre) e che giustifica la revoca dell’affidamento condiviso nei confronti di quel genitore che fa mancare al figlio il sostentamento necessario per permettergli di vivere.Una simile condotta comporta notevoli ripercussioni anche in ambito penale poiché, a fronte del mancato versamento del contributo economico per i figli, il genitore inadempiente potrà essere chiamato a rispondere del reato ex art. 570 bis c.p di violazione degli obblighi di assistenza familiare.

Lo Studio Missiaggia, sempre in prima linea nella difesa dei diritti dei figli minori, aveva già ottenuto una vittoria in un caso analogo nel quale il Tribunale di Velletri aveva affidato il figlio alla madre in via esclusiva Condanna per omesso mantenimento e condanna per violenza economica (studiodonne.it).

·         Sulla scia del recente decreto del Tribunale di Modena ottenuto dal nostro Studio anche la sentenza n. 2992/2023 del Tribunale di Milano che ha disposto l’affido super esclusivo alla madre, reputandolo, a fronte, tra l’altro, dell’inadempimento paterno, la soluzione migliore in ordine al superiore interesse del minore.

·         Senza dimenticare la recentissima sentenza del Tribunale per i Minorenni di Venezia che, a fronte del mancato versamento della contribuzione economica ha statuito la decadenza della responsabilità genitoriale del padre decidendo altresì l’adozione dei due ragazzi da parte del nuovo compagno della madre con attribuzione del suo cognome.

In futuro, pertanto, oltre al recupero in via esecutiva di quanto non versato, a fronte di un perdurante inadempimento, oltre a poter procedere a querela, si potrà richiedere anche un affidamento di tipo super esclusivo che consenta al genitore ritenuto più idoneo di compiere autonomamente tutte le scelte ritenute più opportune nell’interesse dei propri figli. Si allega l’ordinanza della I Sezione Civile del Tribunale di Modena.

DECRETO 8.01.2024

CLICCA QUI PER UNA CONSULENZA 
su questo ed altri argomenti.

Chiama Ora