NONNI E MANTENIMENTO NIPOTI: OBBLIGO?

A cura dell’Avv. Maria Luisa Missiaggia e dell’Avv. Maria Giulia Fenoaltea

Sono nonna di due bambini, ma mio figlio non paga il mantenimento per loro perché disoccupato; sono obbligata al mantenimento dei miei nipoti?

Da molti anni, precisamente dal 2006, con legge 54 il legislatore sanciva il diritto dei figli di conservare rapporti significativi con gli ascendenti (i nonni) di ogni ramo genitoriale.

Successivamente tale diritto veniva ribadito dalla riforma del 2012 con cui venne introdotto l’articolo 315 bis c.c. che stabilisce il diritto del figlio ad avere un “rapporto significativo con i parenti”.

Infine, nel 2013 con decreto legislativo 154 veniva introdotta una norma specifica dedicata ai nonni: l’art. 317 bis c.c., che stabilisce che “Gli ascendenti hanno diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti minorenni. L’ascendente al quale è impedito l’esercizio di tale diritto può ricorrere al giudice del luogo di residenza abituale del minore affinché siano adottati i provvedimenti più idonei nell’esclusivo interesse del minore. Si applica l’articolo 336, secondo comma”.

Ebbene, i nonni hanno anche la possibilità di rivolgessi al Tribunale dei minorenni se gli viene impedito il proprio diritto di frequentare i nipoti. Il Tribunale, sentiti i genitori ed i nonni ed assunte informazioni anche con l’ausilio dei Servizi Sociali, provvede in camera di consiglio una volta ottenuto il parere del Pubblico Ministero.

Tale diritto oggigiorno è quindi oggetto di tutela sia nella normativa italiana che in quella europea.

Chiaramente il presupposto per la tutela del diritto dei nonni è che la frequentazione nonni/nipoti non rechi pregiudizio a questi ultimi.

I nonni, quindi hanno un vero e proprio diritto nei confronti dei nipoti, ma hanno anche l’obbligo di mantenerli quando risulta necessario?

Nel nostro Paese, più che in altri d’Europa, i nonni sono una figura fondamentale per il nucleo familiare. Alle volte, solo grazie al loro aiuto che i genitori portano avanti la famiglia e riescono a crescere i propri figli.

Ma se i nonni non prestano più il consenso per aiutare economicamente i nipoti?

I nonni possono essere obbligati a mantenere i nipoti solo se i genitori, non per causa loro, non hanno i mezzi e le risorse necessarie per prendersi cura dei propri figli.

La Corte di Cassazione, con una recente sentenza del marzo 2022, n. 10450 ha stabilito che “l’obbligazione degli nonni verso i nipoti di fornire ai genitori i mezzi necessari per adempiere i loro doveri è da considerarsi sussidiaria e subordinata, ossia opera solo laddove l’inadempimento dei genitori sia incolpevole”.

Pertanto, l’obbligo di mantenimento dei figli minori spetta unicamente ai genitori. Pertanto, anche se uno dei genitori non vuole mantenere il figlio, l’altro dovrà far fronte  per intero alle sue esigenze; se anche l’altro genitore non ha alcuna capacità economica, allora saranno gli ascendenti, e quindi i nonni a doversi fare carico di tale incombenza.

In conclusione, per rispondere alla sua domanda, se suo figlio non paga il mantenimento per i figli poiché è rimasto disoccupato, lei sarà obbligata a mantenerli solo se anche sua nuora (madre dei minori) non la possibilità di provvedere ai bambini; in caso contrario non ha alcun obbligo giuridico di contribuzione.

CLICCA QUI PER UNA CONSULENZA 
su questo ed altri argomenti.

Chiama Ora